RASABEN POLVERE (ESTERNI R-525)

RASABEN R525 è uno stucco bianco extra fine a base cementizia.
Ideale per la rasatura di superfici esterne ed interne su calcestruzzo ed intonaco.
Ottimo per il ripristino di elementi murali.
Facilmente carteggiabile e livellabile.

Dati Tecnici

Parametro/th> Valore Rif.Normativa
Massa volumica della polvere: 1050 kg/m3 circa.
Granulometria: inferiore a 0,1 mm.
Acqua di impasto: circa 50%.
Resa: circa 0,6 – 1,2 kg/m2 a seconda del supporto.
Spessore minimo di applicazione: 1 mm.
Tempo di presa: 240 minuti circa a 20°C.
Tempo di lavorabilità: 90 minuti circa a 20°C.
Adesione al calcestruzzo a 28 gg. superiore 0,3 MPa.

Fornitura

Sacchi da 5 kg.

Supporti Idonei

calcestruzzo, intonaco, mattoni

Modalità di Applicazione

Preparazione del supporto
Pulire la superficie da trattare, rimuovendo completamente eventuali residui
di grassi, oli, efflorescenze saline, vecchie pitture, intonaci non sufficientemente ancorati.
Su supporti particolarmente porosi a base calce e cemento, si consiglia di pennellare prima
la superficie con un primer aggrappante acrilico
Applicazione
MISCELAZIONE: mescolare manualmente e/o con agitatore elettrico a bassa velocità
(<800 giri/minuto) in un recipiente 1 (una) parte di acqua pulita +2,5 (due e mezzo) parti di
RASABEN R525 fino al suo completo assorbimento, per ottenere una pasta cremosa senza
grumi. Non utilizzare se il prodotto è in fase di presa, né aggiungere acqua per ripristinare
la lavorabilità perduta. Utilizzare RASABEN R525 allo stato originale, senza aggiunte di
materiali estranei. L’uso di recipienti sporchi, con residui di materiali estranei (gesso, cemento)
compromette le caratteristiche dello stucco, sia in fase di miscelazione che in essiccazione
POSA: rasare a spatola o frattazzo in spessori di 3 (tre) mm ogni strato.
Attrezzatura
spatola e frattazzo.

Indicazioni di Sicurezza

pitture, rivestimenti, tappezzerie ecc. devono essere applicate soltanto dopo la completa
essiccazione e stagionatura del prodotto. Si consiglia di non applicare lo stucco ad una
temperatura inferiore a +5° C e ritenere questo valore come temperatura minima per
l’ applicazione e per un buon indurimento dello stucco.
Al di sotto di tale valore la presa verrebbe eccessivamente ritardata e sotto 0° C lo stucco
fresco o anche non completamente indurito sarebbe esposto l’ azione disgregatrice del gelo.